Risparmio energetico: l’illuminazione

risparmioenergetico

Un nuovo appuntamento con la sezione di “Impara l’Arte” dedicato al risparmio energetico! Oggi scopriamo come risparmiare energia elettrica in casa e in ufficio puntando sull’illuminazione e lo scaldabagno, per minimizzare i costi e ottimizzare il rendimento.

  1. Verificare l’efficienza energetica di casa e, soprattutto, ufficio.
  2. Preferire sempre le lampadine a risparmio energetico, sostituendo quelle a incandescenza con quelle a LED. È vero che hanno un iniziale costo maggiore, ma garantiscono una durata maggiore e un notevole abbassamento dell’assorbimento di energia elettrica.
  3. Cercare di spegnere sempre le luci quando l’illuminazione artificiale non è necessaria.
  4. Evitare di lasciare computer e altri apparecchi elettronici in stand-by o spenti ma con la spia rossa accesa. Ciò consentirà un ulteriore risparmio di energia che, nel tempo, può diventare davvero significativo
  5. Nel caso sia presente uno scaldabagno, è consigliabile impostare la temperatura massima a 60°C in inverno e 40°C in estate e limitarne l’attività alle ore notturne, durante le quali è minore l’accumulo di energia per ottimizzare il tempo di utilizzo.

NEWS ECONOMICHE DAL MONDO