Cos’è il rating e cosa sono i titoli di Stato?

rating

 

Con la nostra rubrica dedicata ai termini relativi al mondo delle banche e della finanza, oggi cerchiamo di spiegarvi due parole che ogni giorno leggiamo o sentiamo nelle notizie: cos’è il rating e cosa sono i titoli di Stato?

In poche parole, il rating è una valutazione espressa da società private specializzate che definisce l’affidabilità di società, imprese ed enti. Nello specifico, identifica la possibilità che l’ente che emette obbligazioni ha di solvere il debito. Nella pratica, il rating, che sia più o meno positivo, o più o meno negativo, contribuisce a dare agli operatori finanziari informazioni complete sul grado di rischio dell’investimento in quell’ente. Inoltre, è utile per fissare il prezzo e il collocamento dei titoli che vengono poi emessi sul mercato.

Gli enti che desiderano inserire i propri titoli obbligazionari sul mercato finanziario sono portati a richiedere una valutazione della propria affidabilità a società private specializzate. Le maggiori, con filiale sparse in tutto il mondo, sono nate e hanno sede negli Stati Uniti, come Standard & Poor’s e Moody’s. Le agenzie definiscono una graduatoria distinguendo i titoli a breve termine da quelli a lungo termine e classificano enti e società secondo valutazioni che partono da AAA, che indica la totale assenza i rischio, a DDD, che al contrario indica il default, uno stato di evidente insolvenza da parte dell’emittente.

Entrato nel nostro quotidiano in particolare con la crisi del 2008-2009, il rating è una valutazione utilizzata anche per definire il grado di affidabilità delle nazioni stesse e determina il valore con cui i titoli di Stato vengono emessi sul mercato. I titoli di Stato sono titoli obbligazionari emessi periodicamente dal Ministero dell’Economia e delle Finanze per conto dello Stato italiano col fine di finanziare il debito pubblico, soddisfare le esigenze del paese e far fronte ad attività istituzionali, e possono avere durate più o meno prolungate nel tempo. Le tipologie più conosciute, e che sentiamo ogni giorno paragonare ai Bund, i titoli di Stato tedeschi, sono:

  • i BOT, buoni ordinari del tesoro, che hanno durata compresa fra uno e dodici mesi
  • i BTP, buoni del Tesoro poliennali, che hanno durata maggiore compresa fra due e trent’anni

NEWS ECONOMICHE DAL MONDO