I mille usi del tè

cup-tee-teacup-glass-cup-39471

 

Che sia caldo oppure freddo, verde, nero o ancora bianco, che provenga da lontano o dalle coltivazioni a noi più vicine, ha una tradizione e può essere utilizzato in svariati modi alternativi. Nella nostra rubrica dedicata all’autoproduzione oggi parliamo di…i mille usi del tè.

La cura della casa

◊  Prima di tutto, grazie all’aroma avvolgente che ha, e che contraddistingue ogni tipo, il tè è molto utile per eliminare i cattivi odori. In particolare, le bustine che non utilizziamo più rimaste nella dispensa che hanno ormai perso parte del loro profumo, possono essere utilizzate nella creazione di pot-pourri fatti in casa, come profumatori nelle automobili, addirittura nei frigoriferi, o ancora sotto la lettiera per animali domestici. Inoltre, dopo che sono state utilizzate, le bustine di tè sono utilissime per rimuovere i cattivi odori dalle dita che possono formarsi dopo aver cucinato cibi particolari come aglio o cipolla.

◊  Il tè, in particolare quello nero, può essere utilizzato in molti modi nella pulizia della casa:

  • Per pulire zerbini e tappeti: dopo aver utilizzato le foglie per preparare un’ottima bevanda e dopo averle lasciate asciugare, cospargetele sopra gli zerbini e i tappeti, anche quelli persiani, molto delicati e costosi. Dopo aver lasciato agire per un quarto d’ora, in modo tale da permettere alle foglie di assorbire l’umidità, eliminatele dallo zerbino con l’aspirapolvere. Per quanto riguarda i tappeti invece, rimuovete le foglie delicatamente con una spazzola.
  • Per restituire brillantezza ai pavimenti e ai mobili in legno: eliminando l’utilizzo di additivi e detersivi chimici, per far brillare di nuova luce il parquet di casa basta aggiungere all’acqua, qualche cucchiaino di tè nero e passare il liquido sul pavimento con uno strofinaccio. Per quanto riguarda i mobili, il procedimento è molto simile: all’interno di uno spray, aggiungere un bicchiere d’acqua e qualche cucchiaio di tè nero freddo e spruzzare sulle superfici passando uno straccio asciutto e morbido.
  • Per eliminare gli aloni su vetri e specchi e lucidare l’argenteria: su vetri e specchi, si possono utilizzare tanto il tè nero diluito quanto le bustine di tè già usate, che possono essere delicatamente passate sulle superfici. Un metodo semplice che possiamo sfruttare anche per l’argenteria.

La cura della persona

◊  Il tè e gli occhi:

  • Passando un batuffolo di cotone impregnato di tè verde freddo sull’occhio, si faciliterà la scomparsa del fastidio causato dall’orzaiolo.
  • Per curare la congiuntivite: le bustine, utilizzate e strizzate, possono essere applicate sugli occhi per circa 10 minuti, per 3 o 4 volte al giorno. Grazie ai tannini contenuti nel tè, infatti, si ridurrà il prurito causato dalla congiuntivite e se ne avrà un immediato sollievo.
  • Per attenuare le borse sotto gli occhi, bastano due bustine da mantenere qualche minuto.

◊  Il tè e i capelli:

  • Per l’applicazione dell’henné: se si effettua la colorazione dei capelli con l’henné, anch’essa totalmente naturale, è utile sostituire l’acqua con il tè nero freddo per ottenere un risultato ancora più luminoso e ramato.
  • Il tè verde, applicato dopo lo shampoo e prima dell’ultimo risciacquo, donerà ancora maggiore brillantezza a capelli prevenendo la comparsa fastidiosa della forfora.

◊  Il tè e la pelle:

  • Grazie al suo potere antiossidante, il tè verde, mescolato a qualche goccia di limone, può costituire un ottimo tonico per il viso, che possiamo utilizzare sia la mattina sia la sera.
  • Ancora una volta grazie alle sue proprietà lenitive, il tè è un buon rimedio per alleviare il bruciore da scottatura solare o il fastidio in seguito alla rasatura.
  • Antiossidante, astringente e illuminante. È la maschera di bellezza che possiamo creare riutilizzando le foglie di tè semplicemente applicandole sul viso pulito.

◊  Il tè e la salute:

  • Il tè nero, ricco di flavonoidi, potenti antiossidanti, è molto utile per mantenere il corpo bilanciato, sano ed equilibrato, previene la formazione delle carie e contribuisce a incrementare la densità minerale delle ossa e le difese immunitarie. Costituisce inoltre un rimedio in caso di raffreddore o mal di gola, caldo e forte e più gustoso grazie a un cucchiaino di miele.
  • Il tè verde è ricco di catechine, un particolare tipo di flavonoidi che contribuisce alla salute cardio-vascolare, al contenimento del colesterolo a livelli ottimali, oltre a inibire la formazione di cellule tumorali.

Gli altri usi

  • Grazie al suo colore forte e affascinante, il tè può essere utilizzato per tingere in modo naturale i tessuti.
  • Buon fertilizzante per le rose, il tè può essere cosparso in foglie nel vaso o nel terriccio circostante, oppure può essere utilizzato, raffreddato, per annaffiare questa pianta così delicata.
  • Ottimo contro i parassiti, è un pesticida naturale utile sia in giardino, sia per la salute degli animali domestici. Basta spargere alcune foglie di tè verde nella cuccia del nostro animale oppure, come detto per le rose, nel terriccio che circonda le piante che vogliamo proteggere.

NEWS ECONOMICHE DAL MONDO