La cordata per la Sala Ibrida

WIKIPEDIA-SALA OPERATORIA IBRIDA DEL POLICLINICO GEMELLI DI ROMA

Economia significa raccolta e messa a disposizione delle risorse: così Banca Interprovinciale intende la sua partecipazione alla cordata per la sala ibrida di Baggiovara.

A pochi mesi dal via della campagna di raccolta fondi “Tutti insieme per la sala operatoria del futuro”, per la realizzazione della sala ibrida all’ospedale di Baggiovara, i risultati sono molto promettenti. Molte le realtà coinvolte nell’ambizioso progetto che vede un territorio, da sempre solidale e compatto, spendersi per un gioiello di altissima tecnologia quale l’angiografo digitale.

Molto soddisfatto di essere stato coinvolto in questo importante progetto, il Direttore Generale di Banca Interprovinciale, Alessandro Gennari: «Siamo molto contenti del risultato ottenuto ad oggi, anche se la cifra prefissata non è ancora stata raggiunta. La Sala ibrida è un progetto molto importante, non solo a livello territoriale dato che sarà a beneficio di tutti. Siamo certi che la raccolta fondi continuerà in modo positivo grazie anche all’importante collaborazione con Rock No War e con tante persone e realtà aziendali di altissimo livello, serie e generose che il nostro territorio ha dimostrato di possedere, nelle più diverse e svariate occasioni

La banca ha messo a disposizione un conto corrente sul quale sarà possibile effettuare le donazioni a favore della Sala Ibrida (IBAN IT 62 O 03395 66780 CC0020011937) ed invita tutti coloro che lo volessero a contribuire a questo importante progetto.

Cos’è nello specifico una Sala ibrida?
La sala Ibrida che si vuole costruire a Modena è una Sala in cui in un unico ambiente si concentra una sala operatoria e una sala altamente tecnologica con imaging avanzato che consentono simultaneamente di eseguire la diagnosi e il trattamento in patologie complesse. Le sue più importanti applicazioni sono le Urgenze, in cui è essenziale il tempo e la multidisciplinarietà, l’approccio mininvasivo effettuato dalla Chirurgia Vascolare, dall’Endoscopia Digestiva e da quella Urologica. Ma altrettanto cruciali sono gli interventi mininvasivi dei Cardiologi, dei Radiologi o dei Neurochirughi. Veramente innovativo è che nella sala ibrida è possibile trattare patologie complesse in modo corale, grazie a un team in cui specialisti che operano insieme e mettono a disposizione le proprie competenze.

Per maggiori informazioni www.salaibridamodena.it

Rassegna stampa

NEWS ECONOMICHE DAL MONDO