5 consigli naturali contro la cervicale

Irving Penn, Lisa Fonssagrives-Penn, © The Irving Penn Foundation

Irving Penn, Lisa Fonssagrives-Penn, © The Irving Penn Foundation

 

La primavera è arrivata, ma le temperature continuano a essere un po’ ballerine ed è facile, in queste condizioni, avere qualche fastidio qua e là. Oggi vi presentiamo 5 consigli naturali contro la cervicale, uno dei “fastidi” più comuni.

Artiglio del Diavolo

Probabilmente il rimedio naturale maggiormente conosciuto per la cervicale, la radice di artiglio del diavolo, una pianta conosciuta per i suoi benefici fin dall’antichità, è ricca di principi attivi che favoriscono il corretto lavoro della muscolatura e le funzionalità articolari. È possibile acquistare la radice in erboristeria e preparare gustosi decotti.

Olio essenziale di rosmarino e/o lavanda

Grazie alle proprietà rilassanti e defaticanti di queste due piante, basterà effettuare dei massaggi due o tre volte al giorno per andare ad agire sulla zona interessata e ottenere un immediato rilassamento. Si consiglia di diluire qualche goccia di olio essenziale in altro olio vegetale, come olio di mandorle o di riso.

Fiori di Bach

La zona cervicale della nostra colonna non si infiamma solo per fattori fisici, ma anche a causa dello stress eccessivo che si accumula e si scarica completamente sulla zona del collo causando vere e proprie contratture. I Fiori di Bach, di tanti tipi, possono rivelarsi utili. In particolar modo:

Rock Water: utile per chi soffre di dolori articolari, contratture e rigidità fisica agli arti e al collo, questo fiore dona flessibilità mentale, apertura, ed elasticità caratteriale.

Oak: utile per coloro che non si sottraggono mai agli impegni, l’oak aiuta a comprendere la necessità del rilassamento, del lasciare andare e del riposo, consentendo così di rilassare anche la zona cervicale.

Ribes nigrum

Riconosciuto importante per favorire la circolazione del sangue, il ribes nigrum è in realtà molto utile anche per le sue proprietà antinfiammatorie e antidolorifiche. Ricco di tannini e flavonoidi, contribuisce all’alleviamento del dolore e, alle volte, alla sua scomparsa.

Yoga

Da secoli, lo yoga viene praticato e continua a essere un punto di riferimento per tutti coloro che cercano un’attività fisica che risulti utile per il benessere fisico e psichico. Fra le varie posizioni che lo yoga comprende, ve ne sono alcune studiate apposta per risolvere il problema dei muscoli indolenziti del collo. È sempre importante però seguire le istruzioni di un insegnante specializzato, al fine di evitare di effettuare movimenti sbagliati che non farebbero che peggiorare le condizioni di salute.

NEWS ECONOMICHE DAL MONDO