La Settimana Internazionale di Coppi e Bartali

COPPI-BARTALI-2018-FACEBOOK16

Coppi e Bartali e Banca Interprovinciale, «Matrimonio consolidato fatto di stima e fiducia»

A tagliare il traguardo della quarta e ultima tappa è stato lo sloveno Jan Tratnik, ma si è conclusa con la vittoria di Diego Rosa, del Team Sky, l’edizione 2018 della Settimana Internazionale Coppi e Bartali, la 33esima di questa importante manifestazione ciclistica organizzata dal Gruppo Sportivo Emilia di patron Adriano Amici.

E per il settimo anno consecutivo a ‘pedalare’ al fianco di atleti e organizzatori c’era Banca Interprovinciale. «Un matrimonio ormai consolidato, fatto di stima e fiducia», ha sottolineato proprio il patron, prima di commentare nel dettaglio la gara «accesa e combattuta». Un matrimonio che l’istituto di credito modenese rinnova anno dopo anno, per restituire ai territori di Modena, Bologna e Reggio Emilia la fiducia loro accordata. Non solo: «Si tratta di una manifestazione con una lunga storia, radicata nel territorio – afferma il Vice Direttore Generale Giuliano Davoli – Sostenerla significa sostenere il nostro territorio ed essere vicini ad una realtà con fondamenti che rappresentano il nostro Dna. I valori fondanti del ciclismo, così come quelli di Banca Interprovinciale, sono l’impegno, la costanza, lo sforzo, la passione per la bicicletta. Non a caso la bicicletta è il nostro leit motive». Sia concretamente che in senso metaforico: «Il green – prosegue Davoli – è il colore sociale della banca e il nostro obiettivo è quello della sostenibilità etica ed economica». A Natale, infatti, la Banca ha omaggiato tutti i suoi dipendenti con una green bike. E sabato scorso, proprio nel giorno della terza tappa della Coppi e Bartali, a Reggio Emilia, città in cui l’istituto ha recentemente aperto una nuova filiale, sono state consegnate 20 biciclette verdi ad Onlus e Associazioni di volontariato.

Già dalla sua fondazione, avvenuta 8 anni fa, Banca Interprovinciale si è dunque definita come una Banca che pedala. La 33esima edizione della gara ciclistica lo ha ben dimostrato: non conta sempre la volata finale, per raggiungere l’obiettivo bisogna conquistare tappa dopo tappa. Così si è sviluppato l’Istituto di credito modenese, che oggi conta 7 filiali sul territorio emiliano e prestazioni performanti, con capitale sociale e utile netto cresciuto grazie agli utili accantonati. «Banca Interprovinciale – sottolinea infatti Giuliano Davoli, Vice Direttore Generale e capo del comparto marketing dell’istituto di credito modenese – ha chiuso il 2017 con un utile lordo di oltre 5 milioni di euro. Abbiamo erogato crediti per 300 milioni e abbiamo 500 milioni di euro di raccolta presso i clienti. Un numero interessante che conferma la fiducia e il riconoscimento dei nostri clienti».

Conclusa l’edizione 2018 della Coppi e Bartali il patron Amici è già pronto per pensare al prossimo anno. Quali sono invece i prossimi passi di Banca Interprovinciale? «Continuare a crescere in modo sostenibile», afferma Davoli. «Mantenendo il nostro miglior pregio, l’etica. Perché qualsiasi attività, se non ha etica, è un’attività con le gambe corte».

NEWS ECONOMICHE DAL MONDO