Annunciata da Spaxs la business combination con Banca Interprovinciale

È di ieri la sottoscrizione di un accordo, approvato dal Consiglio di Amministrazione di Spaxs, finalizzato alla realizzazione della business combination con Banca Interprovinciale.

Nel dettaglio, l’accordo prevede l’acquisizione di circa il 91,4% del capitale sociale di Banca Interprovinciale, per un controvalore complessivo di circa 51,2 milioni di euro, corrispondenti a una valorizzazione del 100% di Banca Interprovinciale pari a circa 56 milioni.

In particolare, il 72% circa del capitale sociale di Banca Interprovinciale verrà acquistato in contanti e il 19,4% circa tramite conferimento e consegna di massime 987.128 azioni Spaxs di nuova emissione a un valore di 11 euro per azione. Per quanto riguarda il rimanente 8,6% circa del capitale sociale di Banca Interprovinciale, l’accordo prevede che ulteriori adesioni possano arrivare in un tempo successivo.
L’operazione è soggetta all’autorizzazione dei competenti organi di vigilanza e alla successiva approvazione dell’assemblea degli azionisti di Spaxs.

Corrado Passera, Presidente Esecutivo di SPAXS, ha dichiarato:

“Con l’operazione annunciata oggi SPAXS entra, in soli due mesi, nel vivo del progetto imprenditoriale per cui è nata e di cui l’acquisizione di Banca Interprovinciale rappresenta un primo importante tassello. Ringrazio gli azionisti e il management di Banca Interprovinciale che hanno reso possibile il raggiungimento di un accordo in tempi così brevi. Banca Interprovinciale ha tutte le caratteristiche che stavamo cercando: è solida e sana, ha una struttura leggera e flessibile e ha dimensioni adeguate all’avvio del nostro progetto. Siamo quindi pronti – una volta ottenute le necessarie autorizzazioni – a sottoporre ai nostri azionisti quella che riteniamo rappresenti la migliore opportunità per costruire una banca fortemente innovativa, specializzata nel sostenere le PMI italiane”.

Umberto Palmieri, Presidente di Banca Interprovinciale, ha dichiarato:

“Banca Interprovinciale è nata meno di 10 anni fa con l’obiettivo di supportare le piccole e medie imprese locali e siamo quindi particolarmente felici di poter contribuire alla realizzazione di un progetto destinato a creare un nuovo importante istituto bancario dedicato a questa tipologia di imprese. Crediamo fortemente nell’iniziativa ed è per questo che abbiamo deciso di sostenerla”.

NEWS ECONOMICHE DAL MONDO