Cena di Beneficenza 2018

 Cena di Beneficenza 2018

Venerdì 29 giugno, nella splendida cornice dell’Accademia Militare di Modena, si sono accese le luci sulla cena di gala promossa da Banca Interprovinciale e Rock No War, che hanno rinnovato il proprio consolidato legame a favore della solidarietà e del territorio, di fronte a un parterre d’eccezione costituito, tra gli altri, da: Stefano Bonaccini Presidente della Regione Emilia Romagna, Sen. Matteo Richetti, Sen. Edo Patriarca, Gian Carlo Muzzarelli Sindaco di Modena, Luciana Serri Consigliere della Regione Emilia RomagnaMaria Costi Sindaco di Formigine, Antonietta Vastola Vice-Sindaco di Formigine, Stefano Reggianini Sindaco di Castelfranco Emilia, Gian Domenico Tomei Sindaco di Polinago, Stefano Tosi Sindaco di Fiorano Modenese.

Ormai una tradizione dell’estate modenese, l’evento benefico si è dimostrato un successo anche nella sua ottava edizione, in particolar modo per i risultati raggiunti dalla raccolta fondi legata al progetto perno della serata: la realizzazione della Sala Ibrida per l’ospedale civile di Baggiovara, iniziativa che è espressione di eccellenza della sanità modenese.

Spiega il Presidente di Rock No War Giorgio Amadessi: «Anche quest’anno circa 1000 persone si sono ritrovate per raccogliere fondi destinati alla sala ibrida dell’ospedale di Modena e il nostro grazie non può che non andare a Banca Interprovinciale per averci costantemente sostenuto in questa operazione. Ad oggi sono state raccolte risorse sufficienti per acquistare l’angiografo e questo significa che riusciremo sicuramente a terminare il nostro progetto, la cui realizzazione ha permesso di mantenere e garantire lo status di eccellenza della sanità emiliana».

Umberto Palmieri, Presidente di Banca Interprovinciale, commenta: «Questa è una raccolta fondi per un obiettivo nobile. Le iniziative portate avanti insieme a Rock No War in questi anni hanno riscosso grande successo e siamo sicuri che anche questa centrerà l’obiettivo». Continua Alessandro Gennari, Direttore Generale di Banca Interprovinciale: «Per fare solidarietà bisogna avere i bilanci in utile e i conti in ordine. Noi supportiamo volentieri queste iniziative, perché sono un modo per restituire alla collettività un po’ di quanto il territorio ci ha permesso di raccogliere».

Presente all’evento, Corrado Passera, già Ministro dello Sviluppo Economico e fondatore di Spaxs, società acquirente di Banca Interprovinciale, che è intervenuto in merito al fruttuoso e promettente matrimonio fra l’Istituto di credito modenese e la compagnia: «Abbiamo scelto il migliore istituto di credito delle sue dimensioni in una zona che è quella tipica dell’attività della nuova banca che costruiremo ovvero molto industriale, innovativa e in continuo sviluppo. Il passo successivo sarà creare una banca della nuova generazione capace di fornire alle imprese, piccole e medie, quel supporto che talvolta non trovano negli istituti tradizionali. Banca Interprovinciale si presentava ben amministrata e con i conti in ordine, se l’Italia fosse tutta come Modena non avremmo tanti problemi che abbiamo oggi. È meraviglioso pensare di poter lavorare con distretti industriali come quelli che avete da queste parti».

 

RASSEGNA STAMPA WEB 

 

RASSEGNA STAMPA CARTACEA

NEWS ECONOMICHE DAL MONDO